Wednesday, 4 April 2012

Urban Decay 15th Anniversary Eyeshadow Palette Swatches & Review

Ciao a tutte!
Come molte di voi sapranno, una settimana fa Urban Decay ha promosso, tramite cinque famose blogger americane, la nuova linea di ombretti che prevede 68 colori diversi, una nuova formulazione e un nuovo packaging. Si è parlato anche di una palette componibile a propria immagine e somiglianza. Potete leggere i dettagli qui o sul sito di Urban Decay.
Ebbene, nella lista dei nuovi ombretti ci sono alcuni colori che prima esistevano solo all'interno di alcune palette, e che la nuova formulazione per gli ombretti sia già stata usata in alcune palette limitate, dalla 15th Anniversary in poi (quindi anche nella palette Mariposa, e possiamo presumere anche nella Naked2).

Ho pensato così di recensire una buona volta la 15th Anniversary Eyeshadow Palette, che contiene non solo la nuova formulazione, ma anche alcuni colori che d'ora in poi saranno venduti anche sfusi! Spero di riuscire a fare altrettanto con la Mariposa, che ne contiene anch'essa un paio.






La palette 15th Anniversary - che io chiamo amorevolmente "quindici" - è uscita nell'estate 2011 per festeggiare il quindicesimo anniversario della fondazione del brand con quindici ombretti mai visti prima, dal finish per lo più duotone e frost. I colori sono divisi in tre colonne o tipologie: colori neutri per un trucco naked, colori vivaci per un trucco più vistoso, e colori scuri per lo smokey eyes.
Il packaging è decisamente sontuoso. Esternamente la palette è raccolta in un contenitore di legno coperto di velluto viola scuro, riutilizzabile per tenere oggetti personali o per tenere la palette lontana dalla polvere.
La palette vera è propria è di metallo lucido. Il coperchio argento scuro ha il bordo tutto decorato, il logo UD in viola, e all'interno c'è uno specchio. La parte che contiene gli ombretti è viola metallizzato, e in realtà è pure scomponibile. Basta sollevare la base che contiene le cialde e si avrà una scatola rivestita sempre in tessuto viola da utilizzare anche dopo aver finito gli ombretti.
Una pecca è sicuramente il fatto che il metallo tende a sporcarsi, e a tenere ditate come se non ci fosse un domani. Ma il tutto è talmente lussuoso e bello che glielo si perdona, soprattutto per il fatto che è nato per essere utilizzato anche quando non servirà più per gli ombretti. Riciclo è chic!

Chase, Flow, Vanilla, Midnight 15, Midnight Rodeo



Colonna dei colori neutri:
- Chase: bronzo dorato frost
- Flow: pesca frost
- Vanilla: oro pallido tendente al giallo, molto shimmer e scrivente
- Midnight 15: champagne chiaro freddo, con una punta di grigio, frost
- Midnight Rodeo: taupe caldo con glitter argento
Di questi colori, Chase, Vanilla e Midnight Rodeo saranno disponibili come ombretti singoli.

Deep End, Evidence, Omen, Junkshow, Tainted

Deep End, Evidence, Omen, Junkshow, Tainted



Colonna dei colori vivaci:
- Deep End: ottanio frost molto scrivente e profondo
- Evidence: blue mare profondo con finish shimmer (secondo UD), a me sembra frost
- Omen: viola lilla con base blu e riflessi rosa, finish frost
- Junkshow: viola ciclamino freddo con riflessi fuxia
- Tainted: lavanda chiaro sheer in base rosa con shimmer dorato
Di questi, Evidence entra a far parte dei colori permanenti.

Half Truth, Blackout, ACE, M.I.A., Deeper

Half Truth, Blackout, ACE, M.I.A., Deeper



Colonna dei colori scuri:
- Half Truth: viola smokey con finish frost
- Black Out: nero matte
- ACE: grigio scuro con riflessi argento
- M.I.A.: marrone scuro in base ramata
- Deeper: bronzo cioccolatoso con riflessi dorati
Di questi, Blackout entra nel range degli ombretti singoli, dopo essere stato replicato anche nella palette Naked2.

Sulla palette:
Trovo che per il range di colori scelti, la 15th Anniversary sia molto versatile e utile per creare look adatti a diverse occasioni. I colori matte sono praticamente assenti, fatta eccezione per Blackout. Manca anche un vero verde oltre al teal Deep End, ma ritengo che la scelta di colori sia comunque buona. I colori, anche presi da colonne diverse, sono facilmente accostabili, per una variabile davvero vasta di possibili accostamenti. Personalmente non sento la mancanza dei colori matte - adoro frost, shimmer e duotone - ma mi auguro che un giorno questo brand si decida a creare una palette completamente matte e/o satin per la felicità delle amanti di questi finish.
La palette è costata circa 45 euro ma il valore è di gran lunga superiore: se non consideriamo il costo del packaging, gli ombretti vengono tre euro l'uno, mentre di solito costano intorno ai 17 euro. Urban Decay è una marca completamente cruelty free ed è inserita nella lista PETA. Gli ingredienti dei suoi prodotti sono consultabili direttamente sul loro sito e sono presenti nelle singole confezioni. Parte dei prodotti è adatta ai vegani.

Sulla qualità degli ombretti:
Per quanto riguarda i colori e la formula, invece, posso dire che le tonalità sono tutte molto pigmentante, alcune addirittura più di altre (Vanilla, Deep End e Blackout in particolare). La texture è fantastica, il colore è setoso e facilmente sfumabile. I colori rendono ancora di più se usati bagnati, magari come eyeliner. La durata è ottima, anche nel caso di utilizzo per fissare formule cremose o per la rima interna dell'occhio (uso sempre Blackout per fissare la matita nera, che ora dura anche 6 ore, a differenza delle due cui ero abituata).
I duotone sono molto evidenti così come i frost, gli shimmer e i glitter sono molto piacevoli e non hanno problemi di fallout. L'unico colore leggermente polveroso è Vanilla.
La differenza di scrivenza dalla formula vecchia a quella nuova credo ci sia, perché trovo i colori di questa palette molto più scriventi di quelli della palette Dangerous e di quelli che ho testato in negozio. Farò un ulteriore confronto con la Mariposa a breve!

Sugli ombretti della linea permanente:
Riassumendo, i colori del nuovo range permanente che provengono da questa palette sono Chase, Vanilla, Midnight Rodeo, Evidence e Blackout.
A quanto pare il brand americano ha tenuto conto dell'opinione delle consumatrici (americane) nella scelta di quali tonalità far diventare permanenti e quali no. Trovo che i colori scelti sia stata molto intelligente, nessuno dei colori ha dupe simili nella nuova collezione. Se avessi potuto scegliere dei colori avrei però optato per Deep End vista la mancanza di un color ottanio nella collezione permanente, e Omen, semplicemente perché è un colore davvero ipnotico che meritava un posto tra i prescelti.

Bene, spero che qualcuno sia arrivato alla fine di questo post :P
Io questa palette l'adoro, e voi? Che vi pare dei nuovi ombretti e della palette componibile e scomponibile? Da quando ho capito che con questa palette è possibile rimettere le cialde nelle singole confezioni senza aver paura di romperle, ho deciso che se avessi soldi da spenderci lo farei ;)

A presto!

Ere K.

2 comments:

  1. Bellissimi colori. Non amo molto gli ombretti della UD in generale... ma questa palette incontra molto i miei gusti. Ai tempi la trovai al suo prezzo e la lasciai stare (troppo cara), però ci sono dei colori che rimpiango molto, come omen!

    ReplyDelete
    Replies
    1. È vero che è cara, pure io le ho fatto la corte per moltissimo tempo prima di decidermi a comprarla, e alla fine me la sono dovuta andare a cercare in trasferta perché da me non c'era più! E l'ho trovata con le ditate ._. Comunque tutto sommato tre euro a cialda non è male.

      Omen santo subito. Peccato che rimarrà solo in questa palette...

      Delete

I commenti sono i benvenuti!
Tuttavia qualsiasi commento contenente link al proprio blog, richieste di sub4sub o pubblicità, verrà cancellato. I commenti contenenti linguaggio o contenuti non appropriati non verranno pubblicati. Siate gentili e rispettate queste regole!

Feel free to leave a comment!
The comments that contain links, following request or advertising will be considered as spam. Unrespectful language and contents won't be published. Please respect these simple rules!