Tuesday, 9 October 2012

Safari Loves Cruelty Free, Vol. 3: Lavera


Ed ecco il terzo numero della rubrica Safari Loves Cruelty Free! Ci ho dovuto lavorare parecchio perché credevo di andare sul sicuro e invece... se siete interessate/i, continuate a leggere!


Safari loves Cruelty Free, Vol. 3: Lavera


Storia del brand

Lavera è un brand tedesco che lavora dal 1987 nel campo della cosmesi naturale. Il fondatore Thomas Haase, affetto da dermatite sin da piccolo, ha aperto uno dei primi negozi di prodotti naturali per pelle sensibile, che non fossero quindi farmacologici e chimici, ed ha continuato su questa strada allargando mano a mano la produzione della sua azienda. Le parole d'ordine sono quindi salute e bellezza, tutte a base di estratti naturali di piante.
Come si legge sul sito americano dell'azienda, Lavera ha vinto diversi premi nel campo della cosmesi sia tradizionale che naturale, ha inventato la prima protezione solare 100% minerale e altri prodotti innovativi nel campo della cosmesi naturale. Fa parte del gruppo True Nature.
Ulteriori informazioni:
- http://www.lavera.com/about-us/letter-from-founder
- http://www.lavera.com/education/natural-and-organic/why-natural-a-organic
- http://www.lovetruenatural.com/true-nature-group.html

Filosofia e Criteri

Lavera, come abbiamo detto, punta soprattutto su prodotti che facciano bene alla pelle, e per questo motivo utilizza ingredienti naturali e organici, limitando anche l'impatto dell'azienda sull'ambiente. 
  • Certificazioni: Lavera non fa parte delle marche listate dalla PETA (che è uno standard principalmente americano). Ha invece la certificazione BDIH, che considera diversi aspetti della produzione, tra cui il divieto assoluto di test su animali. Altre certificazioni sono elencate e spiegate sul sito americano QUI. Eppure, alcuni dubbi vengono analizzando le lunghe e inafferrabili dichiarazioni sul sito, come bene analizza la blogger di The Greatest Guide to Live Cruelty free QUI, e come si vede poi anche per la questione cinese.
  • Mercato cinese: Lavera, ebbene sì, vende i suoi prodotti in Cina. Una interessante discussione sulla questione viene presentata in questo blog QUI
  • Eco-bio e sostenibilità: gli inci di Lavera sono verdi, l'attenzione per l'ambiente viene dichiarata ed è certificata. Salvo sorprese.
  • Vegan: buona parte dei prodotti di Lavera sono adatti ai vegani. Viene fatto comunque grande uso di Carminio, l'unico colorante rosso naturale e sicuro, ma pur sempre non veg.

Reperibilità

I prodotti Lavera sono disponibili sia nei negozi fisici come i supermercati Naturasì, sia online, ad un prezzo più basso, su siti di commercio eco-bio.

Considerazioni personali
Prima di mettermi a fare ricerche (con il prezioso aiuto di Anna che ha trovato un sacco di informazioni interessanti e che ringrazio moltissimo!), credevo che Lavera fosse completamente safe, ma quando ho trovato le prime contraddizioni mi sono ricreduta. Sto anche utilizzando con piacere alcuni prodotti, ma la politica aziendale, non tanto per i testi, quando per i tentativi di nascondere realtà poco piacevoli sono a mio modesto parere poco raccomandabili.
Mi sto trovando bene con quel paio di prodotti del marchio che ho provato, ma ora potrei riconsiderare altre marche più "sincere", sempre nel campo dell'eco-bio di qualità.
Safari doesn't feel like approving :/

Alla prossima!
Ere & Anna K.

Disclaimer
I contenuti di questo post sono frutto di una modesta ricerca personale su dati forniti dalle aziende sui propri siti o tramite comunicazioni ufficiali riportate su altri siti di informazione quali Wikipedia, il sito della PETA e GoCrueltyFree. I dati sono presentati in modo obiettivo e scevro da giudizi, sia positivi che negativi. Le mie considerazioni personali vanno quindi considerate semplicemente quali riflesso della mia opinione e della mia personale etica da consumatrice e cliente. Non vi è nessun giudizio negativo nei confronti dei consumatori con cui non condivido l'etica dell'acquisto.

14 comments:

  1. Maledetta Cina... sta sempre in mezzo.. io ho provato qualcosa di questa marca e non mi sono trovata male... mi stai facendo riflettere cmq...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Bene, è proprio quello che speravo. Serve riflessione collettiva su queste tematiche!

      Delete
  2. Francamente non ho mai preso nulla della Lavera, forse un mascara, anni fa, pagato quanto avrei pagato uno della The Body Shop (che è il MAAAAALEEEEEE perché fa capo alla L'Oréal). Quindi, oltre al danno dell'esborso economico, la beffa dell'aver trovato una marca cruelty free a giorni alterni. A questo punto, tanto valeva acquistare un prodotto The Body Shop che non mi avrebbe causato fastidi. Sarebbe da sbattere questo tuo post sotto al naso di certa gente cretina che basta che vede scritto "naturale" abbocca senza nemmeno l'esca...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dico solo che un commento ricevuto qualche ora fa diceva "beeello Lavera, volevo giusto provare qualcosa" aka "non ho letto una cacca di quello che hai scritto". Se ti capita sbattilo pure in faccia alla zzente, io li scrivo apposta questi post :)

      Delete
  3. Odio quel tipo di commenti, quelli che ti fanno capire che "no, non ho letto proprio una cacca"!!!
    Detto questo, non conoscevo la questione Lavera-Cina-test su animali e, oltre ad esserne delusa, ti ringrazio della nuova informazione. Le aziende serie e affidabili sono davvero poche e questa tue serie di post è senza dubbio d'aiuto...veniamo presi in giro continuamente noi consumatori e stare con gli occhi ben aperti e le informazioni alla mano non sembra essere sufficiente. Io stessa ho utilizzato/utilizzo alcuni prodotti Lavera e pochi giorni fa ho acquistato un loro prodotto da trucco che senza dubbio utilizzerò ma d'ora in avanti guarderò questa marca con occhio diverso.
    Grazie ancora!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Appunto, che odio. Chissà che 'sta gente non si redimi prima o poi. Per ora, SPAM.
      Ti ringrazio per i ringraziamenti (LOL), mi fa piacere avere un riscontro anche se mi spiace tanto per questa marca, anche io pensavo di potermi fidare e invece mi sembra siano tanto furbetti... Spero anche per loro che trovino il modo di recuperare la nostra fiducia!

      Delete
  4. E' molto carina la storia di come è stata fondata la Lavera... Ma mi hai dato una mazzata sui denti con il resto (ovviamente la colpa non è tua) ;__;

    ReplyDelete
    Replies
    1. Lo so ;__; che tristezza... è bello però cercare le informazioni perché si capisce più o meno su che basi si fonda la filosofia di un'azienda, e molto spesso le intenzioni sono buone! Peccato che poi... :/

      Delete
  5. Acc che peccato! Cavoli non lo sapevo e ci sto rimanendo abbastanza male :/ Di Lavera ho sto finendo un burrolabbra(buono ma ho quelli spignattati da me) e ancora chiuso nell'armadietto ho un dentifricio(il prezzo più basso trovato era loro, eh si son tirchietta :D)
    Peccato perchè mi sarebbe piaciuta provare la crema cocco e vaniglia ma a questo punto lascio proprio stare. Spero di non trovarmi gran che col dentrifricio così non ho proprio scuse per guardarmi indietro XD

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi dispiace un sacco che ci state rimanendo male in tante >_< ovviamente non era quello che volevo... ma mi fa piacere che in molte mi abbiate commentato e che si crei un po' di consapevolezza.

      Delete
    2. Ma che dispiacerti! Anzi, grazie! Se faccio certe scelte quando compro è perchè mi fido di un marchio, ma sono contenta di sapere la verità e di poter acquistare con ancora più consapevolezza ;)

      Delete
  6. Io di Lavera ho sempre sentito parlare più che bene, anche da persone che (teoricamente) sono fissate col cruelty free. Brutta sorpresa scoprire certe cose!
    Di questo brand non ho mai preso niente, anche perché qui si trova solo al Natura Sì che è lontano da casa mia e dai miei soliti giri lavoro-spesa-shopping, e trovare parcheggio da quelle parti è quasi impossibile nel raggio di un paio di km. :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Brutta sorpresa davvero! In realtà sulla carta sarebbero perfetti, peccato che poi nascondano la verità...

      Delete
  7. Non credo smetterò di comprare lavera, però sapere è semrpe una buona cosa. peccato per la poca chiarezza...

    ReplyDelete

I commenti sono i benvenuti!
Tuttavia qualsiasi commento contenente link al proprio blog, richieste di sub4sub o pubblicità, verrà cancellato. I commenti contenenti linguaggio o contenuti non appropriati non verranno pubblicati. Siate gentili e rispettate queste regole!

Feel free to leave a comment!
The comments that contain links, following request or advertising will be considered as spam. Unrespectful language and contents won't be published. Please respect these simple rules!