Tuesday, 11 December 2012

Scrub Wars: Fitocose VS Burt's Bees

Era molto tempo che volevo proporre delle recensioni di questi prodotti, e per risolvere la questione ho deciso di metterli a confronto per poter far risaltare al meglio pregi e difetti di entrambi.
Entrambi i marchi sono tra i nostri favoriti, e si tratta ovviamente di prodotti cruelty free, eco bio, e quindi sono Safari approved. Ma passiamo alla sfida!

Contendente numero 1:




Lo scrub Fitocose si presenta come una vera e propria crema morbida, facile da prelevare dal barattolo e da stendere sul viso e sul corpo. La base è di colore chiaro, ed è piena di guscio di mandorla triturato finemente. Grazie alla grana sottile di questo elemento esfoliante, lo scrub è adatto anche a chi, come me, ha la pelle delicata e ha bisogno di un prodotto non troppo aggressivo. Il resto lo fa la crema, che si sciacqua facilmente con acqua. Il profumo di mandorla è molto buono, non è troppo forte e non rimane sulla pelle più di tanto.
L'effetto esfoliante non è troppo forte, ed è quindi forse un po' blando per chi cerca un prodotto con risultati visibili. È l'ideale invece per chi ha la pelle sensibile.

Contendente numero 2




Questo scrub firmato Burt's Bees, stavolta propriamente detto, si presenta come una massa melassosa di color miele puntinata da altri ingredienti di indubbia origine organica (sarà aloe?). L'odore colpisce subito, perché è molto forte, ma con l'uso e il lavaggio sparisce con facilità. Prendendolo con le dita ci si rende conto che è composto di zucchero a granuli grossi, che durante l'esfoliazione si sciolgono naturalmente: finché non si sciolgono però potrebbero risultare un po' aggressivi per chi ha la pelle sensibile, quindi consigliamo di "andarci piano".
La formulazione è ricca di burro di karitè che aiuta nella stesura non proprio agevole dello scrub, e successivamente nutre la pelle e rendendola morbida e luminosa. Potrebbe essere un po' troppo grassa per chi non ha problemi di pelle secca, perché può necessitare un ulteriore lavaggio per togliere gli eccessi di burro.
L'effetto dello scrub è visibile: la pelle è più bella, visibilmente pulita, e qualche punto nero se n'è andato.

Tra i due, chi premiare?
Entrambi i prodotti sono molto buoni, ma per le nostre esigenze probabilmente il migliore è lo scrub di Burt's Bees, perché gli effetti sono visibili e duraturi. Ci vuole un po' di mano per abituarsi alla consistenza e per regolare l'effetto esfoliante in base alla sensibilità della propria pelle, piano su cui vince lo scrub Fitocose, ma l'impegno premia.

E voi, che scrub usate? Vi affidate a qualche brand di questo tipo oppure spadellate?

Alla prossima,
Ere & Anna K.

2 comments:

  1. mi ispira quello al miele *_* però ho paura che possa essere troppo grasso!

    ReplyDelete
  2. Quello della Burt's bees mi ispira per l'inverno!**
    Per ora sto finendo un sample di Mai senza di Lush (mi accontento del suo potere scrubbante delicato) ma finito quello credo che mixero della polvere di nocciolo di oliva dentro una vecchia cremaccia che devo smaltire >.<

    ReplyDelete

I commenti sono i benvenuti!
Tuttavia qualsiasi commento contenente link al proprio blog, richieste di sub4sub o pubblicità, verrà cancellato. I commenti contenenti linguaggio o contenuti non appropriati non verranno pubblicati. Siate gentili e rispettate queste regole!

Feel free to leave a comment!
The comments that contain links, following request or advertising will be considered as spam. Unrespectful language and contents won't be published. Please respect these simple rules!