Monday, 2 December 2013

Discontinued Day #7: Urban Decay The Vice Palette

Quando era uscita questa palette nell'ottobre del 2012, avevo preparato un bel post sostanzioso sulla Vice Palette di Urban Decay. Tuttavia nel giro di pochi giorni c'era stato l'annuncio del passaggio della marca sotto il colosso francese. Ero delusissima, e poiché non era ancora molto chiaro se UD avrebbe mantenuto o meno il Leaping Bunny, avevo deciso di cancellare post e foto per non partecipare all'hipe e per non invogliare ulteriormente l'acquisto. La palette è esaurita da circa un anno e per di più è in vendita una sua versione totalmente rinnovata, la Vice Palette 2. Mi sembrava giusto fare delle considerazioni che potessero essere utili anche per non cascare nell'acquisto compulsivo della sorella più recente. Quando farlo se non in un Discontinued Day? :)
Sorry, today the post is only in Italian since I'm really busy in these days, I'll translate it soon (I hope)


La palette è abbastanza grandina, occupa circa lo stesso spazio di un foglio A5. Il materiale esterno è di plastica con effetto gommoso un po' delicato, e di colore viola scuro con nome della palette tono su tono. Il logo UD è in rilievo, quindi è impossibile riporla al di sotto di altri oggetti senza la sua scatola. L'apertura è nail safe e resistente. La palette aperta sta ferma in una posizione ottimale per essere utilizzata sedute a un tavolo, visto che contiene anche uno specchio molto grande.


Contiene 20 ombretti disposti in quattro file. Le prime due sono principalmente toni scuri o vivaci, le seconde due sono più chiare, di colori neutri o rosati.

Desperation - Muse : Jagged - Blitz - Penny Lane

Desperation: marrone taupe scuro satinato, scrivente e per nulla polveroso.
Muse: pigmentatissimo marrone caldo con shimmer multicolor. Un po' polveroso ma ben gestibile.
Jagged: ombretto sheer marroncino con sparkle olivastri, fallout come se non ci fosse un domani.
Blitz: oro verdastro frost iper scrivente, ottima texture.
Penny Lane: albicocca frost con riflessi dorati, meno scrivente di Blitz ma stessa bella texture.

Junkie - Chaos - Occupy / Occupy - Unhinged - Black Market

Junkie: verde con una punta di teal bluastro, sulla pelle vira ancora di più sul blu. Scrivente, ottima texture.
Chaos: il piccolo grande intruso, blu intenso matte molto bello e con una buona scrivenza.
Occupy: grigio con base leggermente bluastra, scrivente e con una ottima texture nonostante gli sparkle.
Unhinged: bellissimo azzurro intenso con una punta di teal, frost molto luminoso e intenso. Ottimo.
Black Market: nero in base marrone, con qualche brillantino che però sulla pelle non si vede granché (non è un oil slick per capirci).

Provocateur - Rapture - Vice / Vice - Noise - Armor

Provocateur: altro ombretto pieno di sparkle, molto pigmentato di colore beige rosato.
Rapture: è un colore davvero particolare e bello, misto di viola fumoso, borgogna e grigio.
Vice: viola medio con sottotono rosso simile da Delinquent.
Noise: fuxia ciclamino satinato con brillantini dorati.
Armor: taupe marrone dorato con effetto metallico.

Nevermind - Eco Beach - Anonymous / Anonymous - Freebird - Laced

Nevermind: bronzo chiaro frost, abbastanza pigmentato e molto luminoso.
Echo Beach: beige dorato caldo con effetto frost, pigmentato e luminoso.
Anonymous: beige matte chiaro bello scrivente.
Freebird: rosa chiaro frost pigmentato e scrivente, molto luminoso.
Laced: beige scuro matte, scrivente ma non quanto Anonymous.

Gli ombretti sono quasi tutti setosi e alcuni sono davvero pigmentatissimi. Alcuni possono risultare un po' polverosi, tuttavia poi sulla palpebra di media non danno problemi e durano brillanti e luminosi per molte ore. Gli ombretti glitterati invece fanno fallout e si fanno odiare.
Il finish predominante è il frost. Sono presenti anche alcuni matte, tra cui il vivace Chaos ma soprattutto Laced e Anonymous, utili per le sfumature. Nessun ombretto funziona facilmente come blush. L'unico papabile - per chi ama i blush coraggiosi - sarebbe Noise, peccato che la forma e la vicinanza di altre cialde molto scriventi renda difficile l'impresa di prelevare il solo Noise con il pennello.


All'interno è contenuto anche un pennellino Good Karma a due punte, una da applicazione e una da sfumatura. Il pennello è metallico, le setole sono come sempre di fibra sintetica, è pensato per essere sufficente a creare un look occhi classico.
Non è malvagio, ma può essere un po' limitante usare solo lui per un trucco. Non vale per niente il prezzo con cui i pennelli UD vengono venduti singolarmente, esistono centinaia di pennelli cruelty free migliori e decisamente più economici.

Si può dire che la Vice Palette sia completa o versatile? Anche no.
A livello di colori, ci sono molti neutri, rosati e marroni. Ci sono due viola scuri, un verde bluastro, un azzurro ottanio, un fuxia e un solo blu (che perà a differenza degli altri è matte). C'è l'oro, un grigio, un antracite quasi nero, ma non è presente l'argento. Gli abbinamenti possibili sono molti, ma non così tanti da renderla una palette davvero universale a livello cromatico, tantomeno lo è a livello di finish, visto che è quasi tutta frost. Non va dimenticato il fattore fallout pesante di alcuni ombretti, i quali rischiano di non essere mai utilizzati.

Così com'è, sembra una buona palette da usare tranquillamente senza l'ausilio di altri ombretti, ed è vero, nonostante i limiti cromatici. Tuttavia non si può definire assolutamente una palette da viaggio, visto il packaging un po' ingombrante e facilmente rovinabile, benché robusto e con lo specchio alla giusta angolazione. Proprio per il fatto che non è una palette da borsa o da viaggio, pure il pennello perde senso. Chiunque, sul suo piano di appoggio per il trucco, ha altri pennelli, spesso più consoni ai tipi di finish presenti. Avrei sicuramente apprezzato di più una matita occhi, magari sempre a due punte. Se me la devo immaginare, penso a un marrone freddo da un lato e a un viola scuro dall'altro, per mantenere coerenza con la palette e per non essere ripetitivi.

Insomma, per quanto si impegni moltissimo per farcelo pensare, non è una palette che fa tutto da sola o che possiamo portare in giro in tutta serenità. Anche l'inserimento di Chaos sembra un po' un altro specchietto per le allodole. Ancora non capisco perché Christine di Temptalia le abbia dato un voto tanto alto... pure il discorso del valore totale degli ombretti più pennello cade, perché non sempre i prodotti in essa contenuti valgono il loro prezzo singolo.

Qualche considerazione sulla Vice Palette 2
Visto il buon successo della prima, che anche in Italia è andata esaurita nel giro di poche settimane, Urban Decay ha fatto uscire una seconda versione quest'autunno. È già disponibile in alcuni siti europei, teoricamente potrebbe arrivare anche negli store italiani.
Premetto che non ho mai visto dal vivo e quindi usato la Vice 2, tuttavia qualche considerazione penso proprio di poterla fare.
Non so può non notare che anche questa palette presenta alcuni problemi: stesso packaging, stesso ingombro, stesso pennello della prima palette.
A livello cromatico invece sembra studiata meglio. Due neutri matte (uno chiaro e uno scuro), il resto per lo più shimmer e frost. Due rosa caldi e due rosa freddi (satinati e shimmer), quattro marroni (caldo, medio, scuro, taupe), due verdi (uno foresta e uno oliva dorato), due viola (medio-chiaro e lilla), due blu (blu e azzurro), un grigio, un nero glitter, un oro giallo, un argento. Tutto decisamente più bilanciato e più facile da abbinare. A quanto si legge nella recensione molto dettagliata di Temptalia alcuni ombretti si sono rivelati deludenti, ma i problemi di fallout sono molto diminuiti.
La seconda Vice sembra perfetta per chi ama i finish shimmer e frost, e vorrebbe una palette abbastanza fornita da tenere in bella mostra sul proprio vanity.

Sebbene non sia pentita dell'acquisto della prima palette - soprattutto per motivi affettivi - non credo sia stata così "irripetibile" o "imperdibile". La seconda secondo me è decisamente migliore e pensata meglio. Voi quale preferite? E perché?


Follow DISCONTINUED DAY by Gnoma Jessica on Pinterest


Alla prossima / See you soon
Ere K.

24 comments:

  1. Da Junkie ad Unhinged sono i miei preferiti <3
    Io ho la 2, volevo postarla proprio la settimana prossima :)
    A me continua a dispiacere un po', l'aver deciso di non acquistarla :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Bella la 2! *_* In questi giorni mentre scribacchiavo questo post e facevo i confronti tiravo certi sospironi...

      Delete
    2. Ahah, non sai che sospironi ho fatto io, mentre leggevo il tuo post ;)

      Delete
  2. Decisamente la 2 è stata pensata meglio, anche se si sarebbero potute fare altre modifiche riguardo al packaging e alla comodità da viaggio. Io preferisco le colorazioni matte quindi non fa per me a prescindere, quindi preferirei prendere alcuni colori singolarmente, Onestamente anche io non capisco la recensione di Christine...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Vero sulle modifiche al packaging, le cialde à la Naked/15th Anniversary sono allungate e occupano molto meno spazio, sarebbe venuta fuori una palette molto meno grande (e carina uguale). Poi vabbè, il pennellino ha zero senso. Come non ha senso non averlo messo nelle nuove palette Anarchy etc. Vabbè. Comunque la 2 ha anche una decorazione esterna bellissima *_* sarebbe da rifarla sulle unghie! :D

      Delete
  3. Poche parole: Junkie - Chaos - Occupy - Unhinged = MUORO.
    Jagged è da denuncia per la qualità sostanzialmente inesistente. A me la Vice 2 non ha conquistata, affatto, nessun colore mi ha colpita al cuore quindi, per quanto possano aver migliorato la qualità o il concetto della palette stessa, il mio neurone non ha fatto scattare la reazione "Oooooh".
    Sì lo so, giudico le cose molto di pancia, cosa che spesso mi porta ad acquisti sconclusionati e probabilmente a giudizi balzani, ma mi disegnano così. :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Chaos c'è in versione meglio da Concrete Minerals. Se mi viene lo sghiribizzo di ordinare da loro, te lo faccio sapere ;) Un possibile parente di Unhinged è Deep End versione mono. Sono diversi ma DE è talmente bello che insomma, ci si accontenta poi! :) Teniamo d'occhio le prossime uscite in mono di UD, potrebbe darsi che qualcosa ne venga fuori!

      Eh sì, sono molto di pancia XD di recente, vista la riduzione volontaria (e involontaria) del budget cosmetico, ragiono molto di più sulle spese e la fase compulsiva è solo un lontano ricordo. Preferisco gioire dell'utilizzo delle cose che prendo, piuttosto che avere una forte ma effimera felicità dell'aver speso una valigiata di soldi per qualcosa che difficilmente utilizzerò...

      Delete
    2. A proposito di "battaglia dei blu", ho trovato questa immagine sul tumblr della Concrete Minerals e ve la linko, mi sembra interessante: http://31.media.tumblr.com/9ba72a8e6448274e4ef50207e7c9d908/tumblr_mih2saO1B21qhl6qvo1_500.jpg

      Delete
    3. Direi che sono fratelli, ma che il Concrete è meglio piazzato in quanto a muscoli :D

      Delete
  4. a me, come non attirava la 1, non attira la 2 (la vende sephora). Sarà che sono enormi, sarà che sto smettendo di acquistare palette pronte dove uso solo poi due o quattro ombretti...ma proprio non mi piacciono!
    certo che potevano comporla un po' meglio la 1! :(
    baciiii

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se non ti attirano, meglio così! È preferibile spendere per qualcosa che ci piace *davvero*, non ci pentiremo e useremo tutto con soddisfazione :)

      Delete
    2. no, poi sai, magari componendola io spendo il triplo (XD) ma almeno sono poi tutti colori che sfrutto a pieno :)

      Delete
  5. non possiedo nessuna delle due... ci sono pochi colori che mi ispirano... speriamo nella vice 3!!!! la faranno, vero?? ;)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se questa avrà abbastanza successo potrebbe essere :) non trovo sia una palette così insostituibile neanche la seconda, la terza più o meno seguirà questa scia ;)

      Delete
  6. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Carissima Elisa, non so come ti sia saltato in mente di mettere non uno ma ben due link nel tuo commento benché ci sia scritto chiaramente di non inserirne! La prossima volta mi dispiace, ma il commento finisce direttamente nello spam :(

      Delete
  7. L'anno scorso non ho fatto a tempo a mettere le manine sulla Vice e mi era dispiaciuto, specie perché era tutto un susseguirsi di post e tutorial che ne millantavano la figaggine... In questi giorni sono inciampata per varie volte sullo stand UD, ma non l'ho comprata, è bella ma non mi ha conquistato.

    ReplyDelete
    Replies
    1. L'hai già trovata in vendita? Ah! :D

      Delete
  8. Io ho preso la Vice 2 e la trovo piuttosto versatile, certo se si è amanti del matte non è la palette dei sogni, ma io penso proprio che la porterò con me per le vacanze di Natale... è grandina non dico no, ma posso non portarmi null'altro che qualche pennello in più (certo non basta quello in dotazione, ma io lo trovo ottimo di per sé), giacché ci sono toni che possono funzionare per un look più "discreto da giorno" (se si è amanti delle nette distinzioni :D).
    Tra l'altro io non trovo deludente nessuna cialda: qualcuna scrive leggermente meno di altre che sono iperpigmentate e quasi cremose, ma il risultato è più che buono davvero O_O Capisco che Temptalia per dovere di cronaca e per dare voti debba cercare il pelo nell'uovo, ma per quanto riguarda 'sta palette (e non solo XD) non va letta come la Bibbia...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se si è amanti dei matte non si compra granché UD, vero? :D Da amante dello shimmer sono sempre stata attratta dalla marca, proprio perché ne fa a miriadi e li infila ovunque :)
      Christine è molto precisa e dettagliata (di solito, a volte perde pezzi per strada ma è umana, in fin dei conti), quelle volte che ho comprato roba recensita da lei alla fine mi sono spesso trovata d'accordo, perché il fattore fallout è qualcosa che tengo sempre in considerazione, e lei è una delle poche recensioniste che dice sempre se un ombretto è problematico da quel punto di vista :) Sono contenta che la Vice 2 sia migliore della precedente su questo punto! :)
      Davvero ti piace il pennellino? Io non lo trovo così speciale...

      Delete
  9. oneestamente la due non l'ho ancora vista, ma la uno non mi ha mai attirata proprio perchè i colori non mi sembrano così ben assortiti e ce ne sono troppi che non userei. Inoltre ho fin troppi ombretti shimmer, adesso devo far posto a quelli mat, che arrivata una certa età bisogna darsi un tono (ma anche no) :D

    ReplyDelete
  10. Le palette di Urban Decay di solito sono dei gioiellini, ma hai fatto benissimo a mostrarci i pro e i contro, spesso ci buttiamo in certi acquisti ma faremmo meglio a spendere i soldi in qualcosa di meglio!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai capito lo spirito di questo post! Grazie per il commento!

      Delete

I commenti sono i benvenuti!
Tuttavia qualsiasi commento contenente link al proprio blog, richieste di sub4sub o pubblicità, verrà cancellato. I commenti contenenti linguaggio o contenuti non appropriati non verranno pubblicati. Siate gentili e rispettate queste regole!

Feel free to leave a comment!
The comments that contain links, following request or advertising will be considered as spam. Unrespectful language and contents won't be published. Please respect these simple rules!